Levigatura del marmo: come funziona e perchè è necessaria

Il marmo è uno dei materiali più eleganti da utilizzare nell’ambito dell’arredamento. Le superfici di questo tipo si caratterizzano per un notevole impatto visivo e per un elevato potenziale decorativo: esse, pur essendo solide e resistenti, colpiscono lo sguardo con il loro aspetto puro e delicato.

I pavimenti in marmo , le scale in marmo e in generale tutti i rivestimenti realizzati in marmo sono contraddistinti da una particolare lucentezza e possono essere personalizzati con molteplici finiture, colori e sfumature.
Il materiale in oggetto, tuttavia, risente delle macchie e dell’usura. Può capitare che la superficie sia danneggiata da un detersivo troppo aggressivo, da un calpestio frequente, da un urto. In casi simili, comunque, non bisogna necessariamente sostituire le piastrelle rovinate: esiste un’operazione davvero utile, la levigatura, concepita per ripristinare l’antica bellezza del rivestimento senza dover per forza eseguire una manutenzione straordinaria.

Levigatura del marmo: in cosa consiste?

Levigare il marmo vuol dire rimuovere gli strati superficiali, ormai logorati, per portare alla luce quelli più profondi e ancora intatti. Il processo, al giorno d’oggi, si svolge in piena sicurezza con utensili adatti, ovvero le levigatrici con dischi in diamante sintetico; non era così fino a poco tempo fa, quando ci si serviva di una tecnica cancerogena chiamata piombatura. Per fortuna questo procedimento è stato eliminato e l’attuale levigatura non comporta alcun pericolo. Gli strumenti in diamante, inoltre, sono molto più precisi e veloci. Essi permettono di seguire con accuratezza il perimetro dei mobili fissi e persino di limitare l’eventuale fuoriuscita d’acqua. In generale, una levigatrice di questo tipo permette di evitare sprechi di energia e di svolgere ogni operazione in tempi brevi.

gli step della levigatura

In realtà, la levigatura del marmo si inserisce in un procedimento più ampio, che parte con la pulizia e termina con la lucidatura. La superficie va quindi lavata con un detergente neutro, assolutamente privo di schiume corrosive, così da rimuovere tutti quegli elementi che potrebbero ostacolare la manutenzione, come la polvere, lo sporco e le tracce di cera.
Si passa poi alla stuccatura, volta a riempire tutte le fessure provocate da graffi o da crepe. Una raccomandazione importante: è essenziale scegliere uno stucco dello stesso colore del marmo, in armonia con le venature del materiale. La fase successiva consiste nella livellatura, finalizzata per l’appunto ad appianare qualsiasi dislivello.
A questo punto si colloca la levigatura, grazie alla quale sarà semplice riportare il marmo al proprio splendore originario.

Un rivestimento levigato è uniforme, lucente, piacevole tanto al tatto quanto alla vista. Il marmo trattato con la levigatrice, in definitiva, appare come nuovo: in questo modo non ci sarà bisogno di sostituire le lastre danneggiate.


Un ultimo step è la lucidatura, da effettuare con lo stesso strumento utilizzato per la levigatura ma con l’aggiunta di un prodotto specifico lucidante.

quale lucidatrice per il tuo marmo?

Esistono in commercio diversi modelli di levigatrice. Gli esperti, nella maggior parte dei casi, consigliano quella rotorbitale: quest’ultima, rispetto alla classica orbitale, elimina una maggiore quantità di materiale usurato. Un attrezzo del genere, in aggiunta, possiede una funzione per regolare la velocità ed è quindi utile per trattare anche le superfici più delicate. Le levigatrici orbitali, di solito, sono adoperate per raggiungere i bordi e gli angoli del pavimento.

levigatura del marmo: perchè è necessaria?

Perché, dunque, è necessario levigare i rivestimenti in marmo? La risposta è connessa sia all’ambito estetico sia a quello pratico. Un pavimento trattato con la macchina in questione mantiene inalterata la propria bellezza e appare omogeneo e brillante anche con il passare degli anni. Il marmo sottoposto a levigatura, inoltre, è più longevo e resistente.

Si tratta, in sintesi, di un autentico investimento per il presente e per il futuro delle abitazioni che includono complementi di arredo in marmo, nonché di un modo efficace per risparmiare su altri eventuali tipi di manutenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *